Archivio

Archivio dell'autore

La Fipav annulla le Finali Nazionali

Annullate le Finali Nazioni Giovanili ed il Trofeo delle Regioni. La pallavolo abdica ai primi due grandi eventi nazionali. La Fipav, in considerazione dell’emergenza sanitaria in atto, ha infatti deciso di annullare fin da ora due delle manifestazioni più partecipate e più attese dai giovani pallavolisti dello stivale. Anche quest’anno avrebbero dovuto essere sei le sedi delle finali di maggio e giugno (Under 14M Alassio; Under 14F Palermo; Under 16M Taranto-Grottaglie; Under 16F Salsomaggiore; Under 18M fano-Pesaro; Under 18F Battipaglia) ed avrebbero visto la presenza di centinaia di atleti, allenatori, dirigenti e familiari. Un assembramento impensabile in tempi di Covid-19 e così è arrivato il “fermi tutti” da parte della Fipav. Uno stop che non può che essere condiviso ma che lascia tanta amarezza in casa nostra con il Volley Prato che da anni è ormai protagonista con le sue rappresentative delle finali nazionali e con l’Ariete PVP che puntava a tornare ai nazionali dopo la bella prova delle sue giovanili dell’anno passato ed gli ottimi risultati dei tornei provinciali in corso.

Under 16 finale regionale Ariete
Di seguito il comunicato della Federazione: “La Federazione Italiana Pallavolo, dopo un’attenta e approfondita riflessione sulla situazione emergenziale per l’infezione da CORONAVIRUS che sta interessando il territorio italiano e gli stati di tutto il mondo, attesi anche gli ulteriori provvedimenti governativi che sicuramente prorogheranno se non addirittura inaspriranno le misure restrittive ad oggi in essere, ha stabilito di annullare lo svolgimento delle Finali Nazionali Giovanili CRAI e del Trofeo delle Regioni Kinderiadi, indoor e beach volley.
La Federazione, come già reso noto in più di un’occasione, intende continuare ad agire con senso di responsabilità ponendo al primo posto la salute dei propri tesserati pur volgendo lo sguardo a un futuro, al momento, pieno di incertezza.
Nell’adottare tale provvedimento la Federazione è già al lavoro per valutare possibili formule e soluzioni per le edizioni 2021 nel tentativo di salvaguardare così la possibilità per migliaia di giovani atleti, di vivere le emozioni uniche nel disputare le due manifestazioni.
Laddove poi la situazione dovesse migliorare e consentire l’apertura di una finestra di attività nel mese di giugno, la FIPAV spera di poter consentire ai vari Comitati di provare a completare i propri percorsi agonistici in ambito regionale e territoriale.
La Federazione, con questa decisione, presa con grande sofferenza ma con notevole senso di responsabilità sociale, intende ribadire con forza e determinazione che oggi ognuno ha l’obbligo morale di invitare tutti a rispettare quanto previsto e richiesto dalle autorità intergovernative, non dimenticando chi per ragioni differenti sta soffrendo e vivendo ore di grandissima difficoltà, con la certezza che i sacrifici imposti dalla contingenza attuale, saranno presto ripagati con il ritorno a vivere quelle splendide emozioni che il campo e gli stessi giovani della pallavolo sanno trasmettere”.

Ciao Luigi

Pallavolo in lutto. E’ venuto a mancare Luigi Zani. Allenatore, grande uomo di sport e soprattutto un amico. Figura carismatica ed amatissima del volley pratese e pistoiese, Zani era allenatore della Pol. 29 Martiri dopo esserlo stato di un’altra storica realtà pratese come il Viaccia.
Se n’è andato giovane (era nato a Pistoia nel ’52) dopo una lunga malattia, dopo aver sposato nel dicembre scorso la sua compagna Cristina ed anche in quell’occasione aveva voluto vicino vecchi amici e compagni di avventura del volley. Era stato giocatore, con il ruolo di regista, ed aveva conservato la sua passione e la sua carica trasmettendola alle ragazze che allenava e per le quali è sempre stato molto di più di un coach. Perché Luigi era così, burbero all’apparenza ma dolcissimo e gentile quando riconosceva in te la sua stessa passione. In un momento triste un giorno ancor più triste per tutto il volley di Pistoia e Prato.

La pallavolo ai tempi del Covid-19

Il mondo dello sport ai tempi del Covid-19 si adegua alle direttive nazionali ed attende di conoscere il proprio futuro. Così fa anche la pallavolo dalle massime serie, le ultime a chiudere le palestre ed i palazzetti, alle categorie regionali, dove invece la palla non rimbalza più neppure in allenamento almeno dal 5 marzo scorso. Una situazione inedita per tutti a cominciare da allenatori e staff tecnici che devono inventarsi strategie e schede d’allenamento casalinghe per mantenere per quanto possibile in forma gli atleti in attesa della ripresa dell’attività in palestra. Per capire come si stanno organizzando le squadre di casa nostra abbiamo sentito gli allenatori delle due squadre di Serie C, Volley Prato e Ariete Prato Volley Project.

Pini, Novelli e Barbieri in panchina
“Abbiamo interrotto gli allenamenti dal 5 marzo – dice Mirko Novelli, tecnico del Volley Prato – Abbiamo interrotto l’attività di tutte le nostre squadre e, come tutti, siamo in attesa di indicazioni dalle autorità. Ai giocatori abbiamo dato delle indicazioni su alimentazione e attività da fare a livello individuale per mantenersi in forma. La prima squadra e la Serie D stanno facendo anche pesi. Ho suggerito ai ragazzi di tenersi in forma a livello individuale. Di più al momento non possiamo fare”.
Ti sei fatto un’idea di come sarà il finale di stagione? “Il campionato non so se riprenderà e se in quel caso sarà falsato. Stare fermi per tanto tempo e poi riprendere l’attività non sarà semplice. Sarà un’incognita per tutti. I più giovani perché perdono abitudine a certi gesti tecnici, i più esperti perché fisicamente non potranno risentire dello stop. La ripresa, se ci sarà, sarà tutta da interpretare. Aldilà di questo però è sicuro che per il Volley Prato è sicuramente una stagione travagliata. L’abbiamo iniziata scontando difficoltà enormi di preparazione a causa dell’indisponibilità di impianti dove allenarci e adesso dovremo far fronte a questo ulteriore stop che certo non farà bene alla condizione dei ragazzi. Ho parlato con le altre società e sono tutti in difficoltà. Io, rispetto ad altri, sono però stato sempre timoroso su questa emergenza sanitaria e quindi ho preferito fermare tutto anche prima delle disposizioni governative. Una misura che secondo me ha una doppia valenza positiva. La prima riguarda ovviamente la salute dei ragazzi che deve essere sempre tutelata e che è in cima ai nostri pensieri ed alle nostre preoccupazioni. La seconda è molto più pragmatica e riguarda il fatto che allenandoci a livello individuale, in caso di positività di uno di noi, alla ripresa dei tornei non avremo tutta la squadra e lo staff in quarantena e questo ci consentirà di giocarci al meglio le nostre carte”.

Raffa chiama tempo
Medesime difficoltà le vivono le ragazze dell’Ariete. “Ovviamente siamo tutti fermi – ci dice Giacomo Raffa coach della prima squadra femminile – Abbiamo lasciato le ragazze più esperte in autogestione. Sanno come tenersi in forma. Per le giovanili, invece, ogni gruppo dovrà preparare un video esplicativo di un particolare esercizio da mettere a disposizione delle altre nostre squadre. Oltre a questo stiamo proponendo dei giochi sulla pagina Facebook della società. Tutto questo penso sarà un modo divertente e coinvolgente per tenersi in forma, fare squadra e continuare parlare e pensare volley”.
Come ti attendi la ripresa del torneo, specialmente per quanto riguarda la Serie C? “Ancora non abbiamo indicazioni che ci possano far prevedere quando e se riprenderemo il campionato. Di sicuro se ripartiremo avremo necessità di almeno 15 giorni di lavoro prima di giocare una gara e questo per evitare infortuni alle atlete. Noi abbiamo una squadra per due terzi molto giovane e questo ci facilità dal punto di vista fisico me certo alla ripresa dovremo fare grandi volumi di lavoro con il pallone. Aldilà di questo e della formula che sarà scelta per ultimare il torneo comunque sarà un campionato a parte, imprevedibile e molto influenzato anche dall’eventuale compressione delle ultime gare di regular season e poi di play off”.

Gli Old Slippers tengono alta la bandiera della Pallavolo Narnali

“Old Slippers” ancora insieme. E’ un storia lunga quasi quarant’anni. Quarant’anni di passione comune per la pallavolo che tiene vicini e uniti un gruppo di ex atleti pratesi che si riconoscono ancora sotto lo storico marchio della Pallavolo Narnali. Società storica del nostro territorio e che assieme alla Pallavolo Prato ha dato vita all’attuale Volley Prato. Insomma, un pezzo importante della storia del volley cittadino che però non è solo storia ma anche attualità. Marco Targioni è ora tecnico del Volley Prato, Viviano Bernardini e Sauro Pecchioli sono dirigenti della stessa società ed altri non mancano l’appuntamento delle gare casalinghe della società pratese per portare il loro contributo di affetto e esperienza. Gli Old Splippers si sono ritrovati come ogni anno per una rimpatriata anche in questo 2020 funestato dall’emergenza sanitaria perché la passione non si ferma.
Ecco chi sono gli Old Slippers: Daniele Pini, Carlo Lomi, Franco Matteucci, Simone Stefanini, Riccardo Fabbri, Marco Targioni, Sauro Pecchioli, Fernando Fabbri, Viviano Bernardini, Andrea Fiaschi, Fabrizio Cecchi, Alessandro Stefanini, Tiziano Brachi, Luciano Marini, Alessandro Pugi, Gianluca Nardini, Roberto Fabbri.

Riusciremo a finire i tornei? Riusciremo a recuperare le tante giornate saltate per l’emergenza sanitaria? E, soprattutto, quando potranno tornare in palestra le società pratesi?

Presidente Galeotti e Giacomo Raffa

da sx Fabio Galeotti e Giacomo Raffa

Sono questi gli interrogativi comuni a tutte le società del nostro movimento pallavolistico. Società che, oltre a temere per la salute dei propri atleti, temono anche di gettare al vento la stagione. Per sondare lo stato d’animo dei nostri dirigenti abbiamo sentito i presidenti delle due società di Serie C e cioè Ariete PVP e Volley Prato.
“Aldilà dell’allarme sanitario che rimane ovviamente prioritario, come società sportive temiamo seriamente di non riuscire e concludere i campionati e di gettare al vento la stagione – dice Fabio Galeotti, massimo dirigente dell’Ariete PVP – Abbiamo fatto gli ultimi allenamenti giovedì e poi abbiamo interrotto. Non potevamo fare altrimenti. Avevamo già approntato tutte le misure necessarie per far svolgere almeno gli allenamenti in sicurezza. Avevamo trovato le soluzioni possibili per rispettare le distanze di sicurezza, stavamo per acquistare il disinfettante ma poi la Federazione di ha chiesto anche che ad ogni seduta di allenamento avessimo la disponibilità di un medico della società che attestasse la buona salute delle atlete e qui ci siamo fermati. Nessuna società del nostro livello ha un medico sociale costantemente disponibile in palestra e quindi abbiamo preferito fermare tutto. Adesso non ci resta che attendere le decisioni del governo e quindi di conseguenza della Federazione Italiana Pallavolo. Il timore vero è però che alla fine non ci sarà più il tempo per recuperare le giornate saltate, per disputare quelle già in calendario e quindi disputare anche i play off”.
Timore condiviso dal Presidente del Volley Prato Giovanni Giuntoli.

Giuntoli riceve certificato qualità 2016 da pres. provinciale Donato Gabriele_n

Il Presidente Giuntoli a sinistra

“I nostri ragazzi sono fermi da giovedì – conferma anche Giuntoli – Attendiamo le direttive della Federazione. Quando e se ripartiremo, comunque, sarà difficile per tutte le squadre riprendere i tornei. A livello di prime squadre quando la Fipav ridarà il via avremo forse una settimana per prepararci mentre a livello giovanile, dove peraltro siamo già ai play off, forse avremo solo pochissimi giorni, visto che si gioca in turni infrasettimanali. I tecnici hanno dato delle schede di allenamento da svolgere a casa ma è ovvio che la stagione, a patto che le si riesca a concludere, è compromessa. Aldilà dell’emergenza sanitaria, che ovviamente è prioritaria su tutto, certo questa stagione per il Volley Prato non è fin qui stata molto fortunata. Abbiamo dovuto raffazzonare la preparazione estiva a causa dei noti problemi di impianto e adesso ci troviamo ad affrontare lo sprint finale dei tornei con i ragazzi fermi per diverse settimane. Non ci resta che attendere gli eventi”.

Dalla serie B in giù tutti fermi

Prosegue lo stop ai campionati di pallavolo e riguarda tutti i tornei dalla Serie B fino a quelli territoriali. Insomma, un blocco totale fino al 15 marzo fissato dalla Fipav che si adegua a quanto deciso dal governo per le scuole e che, verosimilmente, imporrà poi un vero e proprio tour de force a tutte le società per portare in fondo la stagione nel modo più regolare possibile. Di seguito il comunicato della federazione.

“La Federazione Italiana Pallavolo, in riferimento alla situazione dell’infezione da CORONAVIRUS, nel prendere atto del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri emanato in data odierna che determina, tra le altre, la chiusura di scuole e università in tutta Italia fino al 15 marzo, ha stabilito di volersi adeguare a tale normativa data la stretta correlazione tra la propria attività e le strutture scolastiche nazionali.
Ciò significa che fino al 15 marzo è sospesa l’attività sportiva dei campionati di serie B nazionale, regionali e territoriali. Allo stesso modo sono sospese le iniziative di formazione e qualificazione programmate per lo stesso periodo.
La FIPAV rende noto che tale decisione si è resa necessaria in continuità con il senso di responsabilità che deve necessariamente essere alla base di ogni azione intrapresa in queste ore e che l’unico obiettivo è quello di garantire la tutela dei propri tesserati”.

Tutti in campo il 18 marzo (forse)

La Fipav regionale ha fissato in mercoledì 18 marzo il recupero delle gare rinviate per l’emergenza sanitaria e previste da calendario per il prossimo weekend. Giocheranno così mercoledì 18 marzo alle 20.30 l’Ariete PVP, in trasferta a San Miniato per la Serie C Femminile, il Volley Prato, in trasferta a Firenze per la C Maschile, ma anche le formazioni di Serie D. Viva e Ariete U18 disputeranno il 18 marzo, sempre alle 20.30, i propri impegni casalinghi, rispettivamente contro Off. Meccaniche Nuti Campi Bisenzio e Cert2000, ed il Volley Prato U18 sarà ospite dell’Emma Villas Siena, stessa ora stesso giorno.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: